Allenamento Fisico - utrtek

Vai ai contenuti

Menu principale:

Allenamento Fisico

ALLENAMENTO fisico

L’allenamento fisico è parte integrante del Correctly System; contrariamente al pensare comune, per un subacqueo l’esercizio più importante è quello aerobico anche se molti credono che per un sub la cosa più importante sia la pesistica perché:
1) l’immersione non è uno sport aerobico
2) trasportare pesi non è un’attività aerobica.
Questo però non significa che la pesistica non sia importante per un sub. Sollevare pesi e aumenta la forza facilita il sollevamento delle pesanti attrezzature subacquee, rafforza la struttura ossea e riduce la possibilità della necrosi ossea (un aspetto importante se si fanno immersioni lunghe e profonde) aumentando la massa muscolare magra, che è più facile da desaturare rispetto al tessuto adiposo.
Il lavoro aerobico però è molto più importante per molte ragioni. Primo, migliora il condizionamento fisico complessivo, riducendo la frequenza cardiaca a riposo, migliorando così il consumo, il che porta a maggior durata della bombola o a consumi minori in immersioni più impegnative. In secondo luogo essere in migliore forma fisica ritarda l’insorgere della risposta di panico. La mente reagisce emotivamente all’aumento della frequenza cardiaca dovuto all’incremento di attività fisica. Questo innesca un circolo vizioso che arriva al punto in cui il sub soccombe ai propri sforzi e diviene passivo. In terzo luogo il condizionamento fisico aumenta la massa muscolare magra, che desatura tanto più facilmente. Inoltre migliora la capacità di scambio gassoso polmonare, così che il subacqueo in forma aerobica sarà capace di desaturare più inerte ad ogni atto respiratorio e di spingere più O2 nel sangue rispetto al sub non in forma. Infine l’allenamento aerobico aumenta il diametro dei vasi sanguigni e aumenta l’estensione della circolazione. Questo ha due conseguenze: le bolle che si formano nel sangue non si bloccano tanto a causa del maggior lume vasale, e se lo fanno il sangue ha più strade per raggiungere l’area bloccata, riducendo così le probabilità di manifestazione della MDD.l’allenamento aerobico dovrebbe essere il primo obiettivo del subacqueo. Il tipo di esercizio non è importante quanto la sua pratica, ma bisognerebbe effettuare almeno 30 minuti d’esercizio 3 volte alla settimana.

 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu